L’Accordo Stato-Regioni 2015 sulla formazione RSPP

Home Approfondimenti L’Accordo Stato-Regioni 2015 sulla formazione RSPP

Il 13 Marzo 2015 è stata pubblicata la prima bozza di Accordo Stato-Regioni riguardante la formazione dell’RSPP e degli ASPP. I contenuti non sono definitivi, ma ci consentono di avere una prima panoramica di quelli che saranno i contenuti della versione definitiva.

 

Modifiche al modulo B – formazione RSPP

Le modifica più importante da segnalare riguarda i moduli B della formazione RSPP. Verrà individuato un modulo unico della durata di 48 ore e comune a tutti i macrosettori ATECO, a cui aggiungere dei moduli di specializzazione per i settori che presentano rischi maggiori:

  • Modulo B SP1 – Agricoltura e Pesca: 12 ore
  • Modulo B SP2 – Cave e costruzioni: 16 ore
  • Modulo B SP3 – Sanità residenziale: 12 ore
  • Modulo B SP4 – Chimico e petrolchimico: 16 ore

Modifiche ai moduli A e C – formazione RSPP

I moduli A e C avranno una durata di 28 e 24 ore. Il modulo A sarà lo stesso per tutti i macrosettori e sarà valido per ASPP e per RSPP. Potrà essere svolto anche in e-learning, rispettando i criteri dell’allegato II della bozza e sarà diviso in 5 ulteriori moduli di durata e contenuto differente.

Il modulo C continuerà a essere dedicato ai soli RSPP e sarà di specializzazione sulla comunicazione e la formazione, anch’esso verrà diviso in quattro ulteriori moduli di apprendimento.

Aggiornamento formazione RSPP

La formazione per l’aggiornamento non subirà grosse modifiche, rimarrà quinquennale e per 5 anni dall’entrata in vigore del nuovo accordo sarà valido come aggiornamento il modulo B o altri moduli specialistici.

corsi formazione sicurezza lavoro

Attestato formazione RSPP

Oltre a quanto già previsto dalla normativa l’attestato di frequenza dovrà esplicitare il modulo di specializzazione frequentato. Inoltre per erogare la formazione RSPP i formatori dovranno possedere specifici requisiti indicati dal DI 06/03/2013.

Formazione RSPP online

Nella bozza dell’Accordo è stata inserita anche una precisazione riguardante la formazione in e-learning, che verrà consentita per alcuni moduli secondo le indicazioni normative che verranno proposte nella versione definitiva.